Gay pride

“Per lungo tempo ho avuto paura di essere quella che sono perché i miei genitori mi avevano convinta che c’è qualcosa di sbagliato in una persona come me.

Qualcosa di offensivo, qualcosa da evitare, forse anche da compatire, qualcosa che non si deve amare.

Mia madre è una fan di San Tommaso D’Aquino. Lei considera l’orgoglio un brutto vizio e di tutti i vizi che può avere l’essere umano, per San Tommaso l’orgoglio era il re dei sette vizi capitali. Lo considerava il sommo vizio che in un batter d’ali poteva trasformare chiunque in un peccatore.

Ma l’odio non è presente su quella lista, e nemmeno la vergogna.

Avevo paura di questa parata perché desideravo davvero tanto poterne far parte. Così oggi marcerò per quella parte di me che aveva troppa paura per marciare e per quelli che non possono farlo, per le persone che vivono come ho vissuto io.

Oggi marcerò per ricordare che non sono un io e basta, ma che sono anche un “noi”.

E noi marciamo con orgoglio!

Cit. Nomi – Sense8, prima di partecipare al gay pride di San Francisco

Lylahttps://lyla.altervista.org
Una donna milanese che si divide tra lavoro, vita sociale e hobby preferiti: telefilm, libri e giochi. In questo blog scrivo dei miei hobby e del filo conduttore che li lega tra loro: il mondo fantasy. Perché proprio il fantasy? Perché attraverso il mondo fantastico, con creature sovrannaturali e umani-eroi, è più facile raccontare il mondo reale liberi dai filtri imposti dalla società e ricordarsi che nella vita dobbiamo lottare sempre, senza arrenderci mai...

Potrebbe piacerti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Advertisment

Ultimi articoli

Tokio – La casa di carta (ep.8 st.2)

"Ci sono momenti nella vita in cui bisognerebbe avere un maledetto telecomando per metterla in pausa. Anche per soli cinque minuti. Ma a volte gli avvenimenti si susseguono con una oscenità irriverente e non si può fare niente per impedirlo."

Porcellini d’india e il fieno. Come scegliere

Il fieno è l’alimento più importante per i nostri piccoli porcellini, favorisce l'abrasione dentale ed è fondamentale per mantenere la funzionalità del loro intestino. Ma come riconoscere un buon fieno?

Gay pride

"Per lungo tempo ho avuto paura di essere quella che sono perché i miei genitori mi avevano convinta che c'è qualcosa...