Pancia o cervello?

Sono sempre stata intuitiva, ho sempre visto oltre le apparenze o notato connessioni dove non sembrava ce ne fossero, spesso riuscivo ad intuire in anticipo come si sarebbe comportato qualcuno.

Questo mi ha portato anche a prendere delle cantonate, a dare per scontato cose che in realtà erano solo possibilità e non fatti. La nostra società inoltre è molto logica e razionale a anch’io con il tempo ho iniziato a dar sempre meno peso al mio istinto alle mie sensazioni, a basarmi unicamente la ragione e la logica.

Questo mi ha frenato, molto, a volte avevo delle sensazioni molto forti ma non le ho seguite ritenendole illogiche. Ho perfino rinunciato a relazioni sentimentali per considerazioni logiche.

Poi quest’anno qualcosa è cambiato.

Per l’ennesima volta avevo una forte sensazione riguardo ad un rapporto di amicizia, non volevo agire in determinati modi perchè avevo previsto che le cose sarebbero andate male, ma mi sono fatta convincere da argomentazioni logico razionali e la situazione ha iniziato a volgere al negativo. Così ho deciso di “testare i fatti”, in fondo anche i test hanno una base di logicità.

Ho lasciato che un mio amico proseguisse da solo per la sua strada che non mi convinceva, le sue argomentazioni erano logiche, le mie irrazionali ma io sentivo che le cose non sarebbero andate come pensava. L’ho avvertito e l’ho lasciato fare, decidendo di non seguirlo e alla fine è andata esattamente come pensavo e questo si è ripetuto più volte nel giro di pochi mesi.

Quindi, come nuova consapevolezza per il mio compleanno ho deciso di “ascoltare la pancia” più spesso, ho iniziato a vivere meglio, mi sento meno in conflitto con me stessa. Ho realizzato che dando ascolto solo alla mia mente mi stavo autoboicottando.

L’istinto sa esattamente di cosa abbiamo bisogno per vivere e cosa desideriamo davvero, l’istinto ci avverte quando qualcosa potrebbe andare male o una persona potrebbe essere diversa da come si presenta.

Questo non significa ignorare la mente e vivere in modo totalmente istintivo e di pancia, credo che le due parti debbano “collaborare”: se istintivamente sentiamo che una persona potrebbe fregarci, dobbiamo dar retta all’istinto e valutare razionalmente e concretamente quali potrebbero essere i rischi e come proteggersi, se l’istinto ci fa capire cosa desideriamo con la mente costruiremo un piano per raggiungere l’obbiettivo.

Lylahttps://lyla.altervista.org
Una donna milanese che si divide tra lavoro, vita sociale e hobby preferiti: telefilm, libri e giochi. In questo blog scrivo dei miei hobby e del filo conduttore che li lega tra loro: il mondo fantasy. Perché proprio il fantasy? Perché attraverso il mondo fantastico, con creature sovrannaturali e umani-eroi, è più facile raccontare il mondo reale liberi dai filtri imposti dalla società e ricordarsi che nella vita dobbiamo lottare sempre, senza arrenderci mai...

Potrebbe piacerti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Advertisment

Ultimi articoli

Tokio – La casa di carta (ep.8 st.2)

"Ci sono momenti nella vita in cui bisognerebbe avere un maledetto telecomando per metterla in pausa. Anche per soli cinque minuti. Ma a volte gli avvenimenti si susseguono con una oscenità irriverente e non si può fare niente per impedirlo."

Porcellini d’india e il fieno. Come scegliere

Il fieno è l’alimento più importante per i nostri piccoli porcellini, favorisce l'abrasione dentale ed è fondamentale per mantenere la funzionalità del loro intestino. Ma come riconoscere un buon fieno?

Gay pride

"Per lungo tempo ho avuto paura di essere quella che sono perché i miei genitori mi avevano convinta che c'è qualcosa...